Paros, piccola guida per la tua vacanza


Villaggi pittoreschi, lunghe spiagge sabbiose, scogliere di granito scolpite dal vento, tutto questo si può trovare a Paros. Crocevia di tutte le barche che navigano nel Mar Egeo, Paros è una destinazione da sogno proprio come le altre isole delle Cicladi (Santorini o Mykonos). Paros sarà la tua vacanza trasformata in un ricordo indimenticabile.

Il porto di Parikia

Come arrivare a Paros

Il porto principale dell’isola è Parikia, qui arrivano le navi dal Pireo (4h30min) o da altre isole. Sarebbe bello arrivare al Pireo con i biglietti acquistati online, nella stagione estiva difficilmente si trovano presso le agenzie del porto. Con tutta la pandemia, d’agosto due giorni prima della partenza, non c’erano più biglietti. Il prezzo varia a seconda del posto riservato, il più economico era di 38 euro sul ponte della nave. Non preoccuparti, ci sono sedie gratis per tutti sia fuori che dentro. Un’altra opzione sarebbe arrivare a Paros in aereo. L’aeroporto si trova nel sud dell’isola, a 10 km da Parikia e 20 km da Naoussa. Gli autobus a Paros circolano regolarmente in tutta l’isola, il prezzo di un biglietto varia a seconda della destinazione (Parikia – Naousa 1,70 €). La fermata degli autobus è subito a destra, appena scesi dalla nave. Essendo capolinea, da qui partono autobus regolari per tutta l’isola. Per informazioni sugli orari andate sul sito http://www.ktelparou.gr . Invece, se vuoi spostarti da un paesino all’altro liberamente, puoi noleggiare un’auto o uno scooter, preferibilmente a Parikia dove i prezzi sono più convenienti che a Naoussa.

Dove alloggi?

L’offerta alberghiera è molto varia e per tutte le tasche, sia che prenoti con booking oppure con airbnb. Ho optato per il primo e ho scelto quattro giorni a Naoussa (20 minuti di autobus dal porto) e quattro a Parikia. Molti turisti preferiscono Naoussa per divertimento e mondanità, altri cercano alloggio a Parikia per le spiagge vicine e le serate più tranquille ma soprattutto per comodità, essendo qui il principale punto di collegamento con le altre località dell’isola.

Astoria Apartments

A Parikia, consiglio Joseph Apartmens, a pochi passi dalla spiaggia Livadia e a Naousa Astoria Apartmens. Casualmente, il proprietario era lo stesso, molto gentile e pronto a rispondere a tutte le vostre domande.

Dove mangiamo

Sull’isola troverai tanti posti per mangiare e sarà difficile scegliere tra ristoranti costosi, taverne tradizionali, souvlaki (kebab greco), pizzerie. Chi è di corsa e vuole mangiare abbastanza bene spendendo poco, Ragoussis Bakery è la scelta giusta. Qui troverai di tutto, dai pasticcini e cappuccino per colazione alla mousaka o alla bistecca con patatine fritte per pranzo e cena. Sia a Naoussa che a Parikia, il locale è proprio di fronte al porto. Chi vuole mangiare un piatto di mare, le consiglio taverna Glafkos ( Naousa) in riva al mare. Fanno un pesce straordinario al prezzo giusto. Anche a Parikia troverete una montagna di ristoranti, forse di più che a Naousa. Nella zona della spiaggia di Livadia consiglio la taverna Apostolis, fanno dei piatti tradizionali ottimi, oppure un buon ristorante italiano, Cavo d’oro.

Taverna Apostolis

Come passare il tempo

L’isola offre svariate opportunità per un totale relax. Girare le spiagge, visitare le attrazioni turistiche oppure vagare nei caratteristici paesini dell’isola. Lascio a te scegliere dove andare e cosa fare. Le spiagge sono un capitolo abbastanza ampio, quindi le scoprirete nel prossimo articolo cliccando qui .

Parikia

Parikia (Paroikia )

La capitale dell’isola, Parikia, è una piccola città che ti accoglierà a braccia aperte. Rimarrai deliziato dalle sue strade pittoresche, dalle case bianche caratteristiche delle Cicladi o dagli alberelli di boungavillea cresciuti come da pietre imbiancate a calce. Qui troverai bar, ristoranti, negozi di souvenir, supermercati ma anche edifici storici da visitare. Di seguito, descrivo alcune attrazioni turistiche che potresti visitare.

Livadia

Panagia Ekatontapyliani oppure la Chiesa delle 100 porte, è un simbolo dell’architettura bizantina in Grecia.

Dedicato ai santi Costantino ed Elena, l’edificio originale fu distrutto e ricostruito con blocchi di pietra dall’imperatore Giustiniano nello stile architettonico dell’epoca. Il complesso ecclesiastico conta sei cappelle, la più importante ospita il più antico battistero greco-ortodosso costruito nel IV secolo d.C. Il complesso dispone di un bellissimo cortile, circondato da muri alti bianchi. Il nome “Ekatontapyliani” è associato alla seguente leggenda: “La chiesa ha novantanove porte apparenti e la centesima porta è chiusa e invisibile. Questa porta apparirà e si aprirà quando i Greci conquisteranno Costantinopoli „. La chiesa si trova in centro, poco distante dal porto, ed è aperta dalle 7 alle 20. Ingresso gratuito.

Il Battistero

Il Castello Frankish, costruito nel 1260 dal duca veneziano di Naxos, è un edificio circolare con una torre rettangolare che si trova proprio in un dedalo di viuzze ( un labirinto per me). È stato costruito sui resti di un tempio dedicato ad Atene, utilizzando blocchi di marmo lasciati nella rovina di altri edifici antichi a Paros.

Castello Frankish

Archaic Temple of Atene è una tappa obbligata a Parikia. È vicino al castello Frankish, andando verso mare. E una bellissima chiesa che si affaccia sul mare ma non sono entrata dentro perché era troppo presto ed era chiuso. Dal muretto di fronte ho tranquillamente ammirato il panorama che si apriva davanti ai miei occhi, l’edificio si trova sopra la strada che costeggia il mare.

Sono sicura che ci sarebbe stato qualcos’altro da visitare, ma me ne sono accontentata con quanto avevo visto e ho iniziato a girare per le vie tortuose che si intersecavano in piccole piazze con tanti bei fiori.

Naousa (Nausa)

Naousa è il secondo centro più grande dell’isola ed è “l’anima della festa” a Paros.

Naousa

È una piccola città di pescatori rinomata in tutta la Grecia, con viuzze strette coperte qua e là da portici, ristoranti sul lungomare e negozi di grandi firme ovunque. La sera l’atmosfera si fa tumultuosa, le stradine sono assalite da turisti desiderosi di un aperitivo in un cocktail bar o di una cena in riva al mare. Nel porticciolo di pescatori possiamo vedere i ruderi del Castello Veneziano e ammirare la chiesa che svetta sopra le case bianche, dal punto più alto di Nausa. Dal porticciolo partono ogni giorno barche per Kolymbithres e Monastiri, due delle spiagge più famose di Paros.

Naousa

Lefkes

La vecchia capitale dell’isola è uno dei villaggi più belli di Paros. Si trova nella parte centrale dell’isola, ad un’altitudine di 300 metri sul livello del mare. Qui, passeggiando tra le case con davanzali fioriti, fermandoti in un caffè bar tradizionale o ammirando gli uliveti che circondano il villaggio, sentirai la vera Grecia. Questo pittoresco angolo di Paros merita davvero una visita.

Lefkes

Infine, voglio parlarvi della Butterfly Valley. Direi che è più simile a Hill Valley (collina delle farfalle), distante quattro km da Parikia. L’autobus mi ha lasciato sulla strada e da lì, ho preso a salire per circa 2 km (pensavo che la mia anima stesse uscendo). Ho pagato 2,50 € per l’ingresso e sono rimasta molto delusa quando ho visto che si trattava solo di un bioparco con cipressi, platani, oleandri e un frutteto. L’unica specie di farfalla è una falena con le ali da un lato tigrate e dall’altro rosso-arancio che si vedono solo in volo. La parte buona di questa passeggiata è stata il panorama visto dalla collina: la sorella minore dell’isola, Antiparos, bagnata nelle acque blu del mare.

Falena tigre

L’isola offre molti luoghi da visitare come Marpisa, Alyki, Logaras o Drios ma lascio a voi il compito di scoprirli di persona.

Momento di tregua

Spero di aver suscitato il tuo interesse per l’isola e ti assicuro che trascorrerai una vacanza da sogno a Paros. Qui troverai l’articolo sulle spiagge di Paros.

Condividi questo:

Categorii:ItalianEtichete:, , , , , , ,

Lasă un răspuns

Completează mai jos detaliile tale sau dă clic pe un icon pentru a te autentifica:

Logo WordPress.com

Comentezi folosind contul tău WordPress.com. Dezautentificare /  Schimbă )

Fotografie Google

Comentezi folosind contul tău Google. Dezautentificare /  Schimbă )

Poză Twitter

Comentezi folosind contul tău Twitter. Dezautentificare /  Schimbă )

Fotografie Facebook

Comentezi folosind contul tău Facebook. Dezautentificare /  Schimbă )

Conectare la %s

Acest site folosește Akismet pentru a reduce spamul. Află cum sunt procesate datele comentariilor tale.

%d blogeri au apreciat: